RESTO A CASA E MANGIO BENE

resto a casa e mangio bene

Aprile 12, 2020

Il nostro motto del momento è Resto a casa e Mangio bene. Dover trascorrere più tempo in casa è per molti sinonimo di maggiore sedentarietà, ma soprattutto rappresenta una situazione di stress che può innescare o aggravare abitudini alimentari e rapporto con il cibo disfunzionali.

Il topic “peso corporeo” in queste settimane di quarantena e isolamento sociale dovuti all’emergenza del Coronavirus è amplificato in ogni canale e riflette sentimenti di ansia, rassegnazione, del “tanto ormai” e “ci penseremo poi”.

“Resto a casa e mangio bene, ma dovrei mangiare meno? Ma quanto?
E che cosa dovrei mangiare meno?
Come faccio in tutto questo a gestire quegli attacchi di fame che mi vengono?
Come fare a non mangiare continuamente? “

Sono solo alcune delle domande che alcuni si stanno ponendo, ricevendo risposte di varia natura ma quasi sempre generiche, standardizzate…e inevitabilmente inefficaci. Perché?

Perché non c’è mai un unico modo per mangiare bene, sia per controllare il peso che per restare in salute, e non esiste una risposta che sia valida e corretta per ognuno di noi. La strada giusta deve tenere conto della complessità del comportamento alimentare e del fatto che ognuno di noi ha caratteristiche individuali, possibilità, limiti, risorse e obiettivi.
Seguire una dieta sana, adeguata e soprattutto serena in questo momento è sicuramente più complicato e non è per nulla strano sentirsi in difficoltà. Non è necessario abbattersi o fare retromarcia, e assolutamente è da evitare il supportare qualsiasi meccanismo di “controllo” alimentare incontrollato che non fa altro che aggravare gli episodi di “perdita di controllo”. Soprattutto nei più giovani a rischio di disturbi del comportamento alimentare, potrebbe risultare la base di un comportamento alimentare disfunzionale e/o patologico.

Il primo punto fermo, è non pretendere troppo da noi stessi in un momento di stress e di assoluta novità, cosa in cui facilmente incorriamo quando condizionati dall’esterno come lo siamo ora. È certamente irrealistico porsi ora obiettivi di calo ponderale o di ricomposizione corporea importanti. Le condizioni possono essere sfavorevoli e le risorse per farlo in maniera sana ed efficace sono molto limitate.
E’ invece possibile e rappresenta già un enorme successo riuscire a adattarsi bene -fisicamente e mentalmente- alla condizione attuale.

Cosa significa?

Sicuramente instaurare e mantenere uno stile di vita sano, buone abitudini per il mantenimento del peso, del benessere a tavola e della serenità verso il proprio perso corporeo e il cibo.
Il buon “adattamento” è diverso per ognuno di noi e il mantenimento del proprio peso corporeo non è necessariamente il miglior adattamento per tutti. Sicuramente, nemmeno un obiettivo improrogabile se e dove ciò rappresenta un costo -fisicamente e mentalmente- difficile da sostenere .

Il gioco dell’inseguimento del peso può non valere la candela! Ci avete pensato?
Questo momento di distacco, di isolamento e di rallentamento può essere invece funzionale per sintonizzarci più facilmente con noi stessi. Imparare a gestirci consapevolmente, a guidare le nostre scelte senza confronti, in maniera efficace ma soprattutto serena.
Il presupposto fondamentale è smettere di fare confronti e cercare le soluzioni più efficaci per il proprio “orticello”. Considerando le caratteristiche, le risorse, le difficoltà e ciò che rappresenta il bene di ognuno.

Ascoltiamoci e non mettiamoci in pausa

Impariamo prima a prenderci cura di noi stessi e darci ciò di cui abbiamo bisogno anche nei momenti di difficoltà, senza essere animati dal confronto o giudicanti verso noi stessi solo in relazione al nostro peso corporeo, costruendo e allenando quelle risorse e strategie che ci rendono individualmente più consapevoli, confidenti e resilienti.

All’Officina del Corpo la Dietista in queste settimane offrirà consulenze a distanza agevolate per chi in questo momento delicato sentisse il bisogno di un confronto su difficoltà nella propria alimentazione e/o nella percezione/gestione del proprio peso corporeo per dare sostegno e trovare insieme risorse e risposte mirate.
Per informazioni : dietista.dianasevergnini@gmail.com

Continua a leggere le nostre news e ti consigliamo di leggere questo articolo L’importanza di Frutta e Verdura (soprattutto ai tempi del coronavirus

Diana Severgnini-Dietista

Articoli correlati…

Sindrome da tech neck

Sindrome da tech neck

Sindrome da tech neck, ovvero una sintomatologia dolorosa legata all’uso quotidiano della tecnologia. La prolungata o...

Il dolore neuropatico

Il dolore neuropatico

Il dolore neuropatico è definito come una lesione o un patologia del sistema nervoso somatosensoriale centrale e/o...

×

Ciao

Contatta il nostro supporto o chiamaci al 334 7716221

× Scrivici per un appuntamento!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Vuoi leggere la nostra Privacy Privacy policy Officina del Corpo

Chiudi